Hotel a Aglientu

Un hotel a Aglientu vi permetterà di scoprire meglio questo angolo di Gallura, subregione storico-geografica della Sardegna settentrionale caratterizzata da scenografiche rocce granitiche modellate dal vento e da un mare turchese e cristallino che bagna le sue coste, aldilà delle quali si custodiscono paesaggi selvaggi, verdi colline, stazzi, vigneti, appezzamenti dediti all’agricoltura e antichi villaggi testimoni di un passato assai remoto.

hotel a Aglientu, spiaggia di Vignola mare

hotel a Aglientu, spiaggia di Vignola mare, foto di Roberto Ferrari, fonte Flickr

Gli hotel a Aglientu (o Santu Francìscu di l’Aglièntu, in lingua gallurese) sono concentrati perlopiù vicino al mare e alle spiagge (tra cui quelle di Lu Litarroni, Vignola mare, Cala Pischina, Rena di Matteu e Rena Majore) che si alternano in un litorale lungo bel 22 chilometri, dove, oltre agli hotel a Aglientu, trovano spazio piccoli villaggi marini e tutti i servizi indispensabili per chi viene in vacanza. In particolare, il villaggio marino di Vignola, con i suoi hotel a Aglientu, era un tempo un semplice villaggio di pescatori che si è ingrandito nel tempo fino a diventare oggi uno dei centri balneari più attrezzati della zona (bar, ristoranti, alloggi e negozi). Oltre a eleganti hotel a Aglientu, Vignola mare vanta un’ampia spiaggia di sabbia fine e dorata che in alcune zone si mischia a piccoli sassolini, dominata da una torre di guardia spagnola del Seicento (torre di Vignola) e bagnata da un mare limpido, ideale per lo snokeling e le immersioni (la spiaggia è servita da un centro diving e un sevizio di noleggio natanti, patini ma anche ombrelloni e sdraio). Ampia e spettacolare è poi la spiaggia di Rena Majore che si caratterizza per i colori chiari e luminosi e per la fitta pineta che si distende alle sue spalle. Inoltre, la vicinanza con altre località importanti del nord Sardegna (Valledoria, Badesi, Arzachena e la Costa Smeralda, Palau, l’arcipelago de La maddalena e Santa Teresa di Gallura) rendono il vostro hotel a Aglientu una base perfetta per una vacanza itinerante nel nord dell’isola.

© 2014, Etineris. All rights reserved.

Ti piace questo articolo? Condividilo:
Pubblicato in Viaggi e vacanze | Commenti disabilitati su Hotel a Aglientu

Hotel a Sant’Antonio di Gallura

Un viaggio nel cuore della Gallura, magari a bordo dei vagoni del trenino verde, vi porterà alla scoperta di luoghi incantati, serviti da hotel a Sant’Antonio di Gallura nel quale potersi fermare per rendere ancora più lunga e affascinante la vostra esperienza di viaggio.

Lago Liscia vicino agli hotel a Sant'Antonio di Gallura

Lago Liscia vicino agli hotel a Sant’Antonio di Gallura

Gli hotel a Sant’Antonio di Gallura sono immersi nel verde, in una natura tranquilla e rigogliosa che circonda le sponde del Lago del Liscia, a una manciata di chilometri da Olbia (gli hotel a Sant’Antonio di Gallura possono essere un’ottima alternativa alle strutture ricettive che si trovano dentro la città di Olbia), da Arzachena, dalla Costa Smeralda e da tutta la fascia costiera nord orientale della Sardegna. Il bacino arficiale del Liscia è circondato da fitti boschi di sugheri, lecci, querce e ulivi secolari che si mischiano alle altre inconfondibili essenze della macchia mediterranea. Scegliendo di alloggiare in un hotel a Sant’Antonio di Gallura immerso nelle campagne, si possono intraprendere splendide passeggiate a piedi o in mountainbike sui sentieri della valle di Carana che conducono alle rive del lago e custodiscono alcuni esemplari di olivastri millenari più longevi d’Europa. Anche chi giunge in uno degli hotel a Sant’Antonio di Gallura per mezzo del trenino verde può raggiungere le sponde del lago, molto vicine al percorso della linea ferrata, e fermarsi qui per scattare splendide foto naturalistiche oppure attraversare il lago a bordo del battello (la balneazione non è consentita ma si può ammirare il lago in tutta la sua bellezza prenotando un’escursione con il battello dotato di ruote a pala, ulteriori informazioni sul sito della Società Navigazione dei Laghi s.r.l.). Prima di lasciare il vostro hotel a Sant’Antonio di Gallura consigliamo di dedicare mezza giornata alla visita del centro storico del paese di Sant’Antonio di Gallura, facendo tappa alla chiesa di Sant’Antonio Abate, in stile gallurese, al palazzo del municipio e, infine, al belvedere “Lu Nuraco” per scattare un’ultima cartolina panoramica di questo meraviglioso territorio.

© 2014, Etineris. All rights reserved.

Ti piace questo articolo? Condividilo:
Pubblicato in Viaggi e vacanze | Commenti disabilitati su Hotel a Sant’Antonio di Gallura

Hotel a Guspini

Una vacanza in Sardegna, nel Medio Campidano, può iniziare da uno degli eleganti hotel a Guspini, località sede della XVIII Comunità Montana del Monte Linas posto ai piedi delle colline di Su Montixeddu e Monte Santa Margherita.

Hotel a Guspini, il centro e le chiese

Hotel a Guspini, il centro e le chiese

Di origini medievali e dotata di accoglienti hotel a Guspini, la cittadina possiede però, nel suo territorio, reperti risalenti al periodo nuragico e prenuragico, come testimoniano l’importante zona Fenicio-Punica di Neapolis, sita nella vicina area di Santa Maria di Nabui (con l’antica chiesa dedicata), dove sono presenti i resti di un nuraghe, di un acquedotto e di una strada romana, protetti da alti ulivi e dalla vegetazione spontanea mediterranea, il Pozzo Sacro chiamato Sa Mitza de Nieddinu, e il Nuraghe Melas, con la grosse torre centrale e le mura esterne ancora oggi ben visibili. Altre testimonianze del significativo passato di questa località, dove sono situati confortevoli hotel a Guspini, sono la miniera non più attiva di Montevecchio (oggi facente parte del Parco Geominerario della Sardegna e Patrimonio dell’Umanità Unesco) e di Piccalinna, divenuta Museo, all’interno del quale si possono ammirare i pozzi, la laveria gli edifici che erano le case di operai e di caposquadra, immersi nel verde della flora locale. Nei dintorni, oltre ai comodi hotel a Guspini, non si può trascurare un tour alle belle spiagge di Torre dei Corsari, Funtanazza, Pistis e Costa Verde, cornici ideali ad un mare cristallino, per poi far tappa al bosco di Gentilis, un piccolo bosco di lecci perfetto per una passeggiata a piedi o in mountain bike, e alla vicina fonte di Luziferu. Tornando dentro Guspini, un giretto dovrà includere i basalti Colonnari del Cuccur’e Zeppara, rarissime formazioni di magma alte ben venti metri appartenenti al Pliocene, la chiesa romanica di Santa Maria di Malta, anticamente parte di un antico convento che reca nel portale una croce di Malta, la chiesa di San Pio X della seconda metà del 1900, la chiesa gotica di San Nicola di Mira che vanta un rosone gotico nella facciata e la campana bronzea raffigurante gli stemmi del Giudicato d’Arborea e d’Aragona e il Montegranatico, mastio medievale che, prima di essere adibito a centro di raccolta del grano, la popolazione fece divenire chiesa di San Sebastiano come voto per la grazia ricevuta di aver liberato Guspini dalla peste.

© 2014, Etineris. All rights reserved.

Ti piace questo articolo? Condividilo:
Pubblicato in Viaggi e vacanze | Commenti disabilitati su Hotel a Guspini

Hotel a Aritzo

Se siete a bordo del trenino verde della Sardegna e state percorrendo la tratta Cagliari-Mandas-Sorgono, ritagliatevi qualche giorno e scegliete un hotel a Aritzo per trascorrere una piccola vacanza tra questi paesaggi verdi e incantati incastonati tra i boschi della Sardegna.

hotel a Aritzo e abitazioni nel centro storico

hotel a Aritzo e abitazioni nel centro storico, foto di Marika Bortolami, fonte Flickr

Gli hotel a Aritzo si trovano sopra i 700 metri di altitudine, nel piccolo paese montano della Barbagia di Belvi, ai piedi del massiccio del Gennargentu, tappa del trenino verde e località di villeggiatura invernale ed estiva. Il centro abitato, servito da graziosi hotel a Aritzo, presenta un centro storico fitto di stradine dove si susseguono tipiche case con la facciata di pietra e con i balconi in legno che si infittiscono attorno alla strada principale, il Corso Umberto. Qui, oltre a caratteristici hotel a Aritzo, si trovano negozi, botteghe artigiane (una delle produzioni artigiane tipiche di Aritzo ancora oggi realizzate e richieste sono le cassapanche tradizionali che fino a pochi decenni fa era uno dei pezzi fondamentali che componevano l’arredamento domestico delle spose) ma anche bar e ristoranti che offrono i prodotti e i piatti tipici della cucina barbaricina e, in particolare, aritzese, a base di castagne e nocciole (a entrambe è dedicata una grande sagra nel mese di ottobre), patate, funghi, formaggi, cinghiale e porchetto. Durante una passeggiata nel centro storico cittadino, consigliamo di visitare le antiche neviere o “domos de nie” all’interno delle quali durante l’inverno si conservava la neve che, trasformata in ghiaccio, era poi utilizzata nei mesi estivi per la produzione de “sa carapigna”,il tipico gelato al limone di Aritzo preparato secondo un’antica ricetta con soli acqua, zucchero e limone. Dopodiché, prima di fare rientro nel vostro hotel a Aritzo, consigliamo di fermarvi ad ammirare la Chiesa Parrocchiale di San Michele Arcangelo del XVI secolo, il Carcere-museo spagnolo detto “Sa bovida” e risalente al XVII secolo, la casa-castello della famiglia Arangino e il Museo della montagna sarda o del Gennargentu.

© 2014, Etineris. All rights reserved.

Ti piace questo articolo? Condividilo:
Pubblicato in Viaggi e vacanze | Commenti disabilitati su Hotel a Aritzo

Hotel a Lanusei

Interessante meta sarda da scoprire per la bellezza dei suoi paesaggi, i suoi panoramici hotel a Lanusei e la sua posizione centrale tra le montagne e la costa, il capoluogo della provincia ogliastrina si estende su un territorio collinare a quasi 600 metri di altitudine.

Hotel a Lanusei, foto panoramica

Hotel a Lanusei, foto di www.turismo.ogliastra.it

Non a caso il suo territorio è attraversato dalla linea ferroviaria del trenino verde che qui percorre uno degli itinerari più affascinanti di tutta l’isola. La posizione favorevole del suo territorio, ricco di hotel a Lanusei, lo rende inoltre ideale anche per l’osservazione degli astri e del cielo. A Lanusei, infatti, precisamente sulla sommità del Monte Armidda, si trova l’unico osservatorio astronomico pubblico della Sardegna che svolge attività di ricerca e divulgazione, rimanendo aperto al pubblico il lunedì e il venerdì (su richiesta il mercoledì) dalle ore 21.00. Partendo da questi spunti, una vacanza in uno degli hotel a Lanusei si prospetta ancora più ricca e varia, soprattutto per chi ama approfondire la conoscenza del territorio dedicandosi ad attività naturalistiche e culturali. A tal proposito, pernottando in un hotel a Lanusei, una delle prime tappe da compiere a mille metri di altitudine è il bosco di Selene: un’ampia e incantevole area verde attrezzata da hotel a Lanusei e punti ristoro e ricoperta da un fitto bosco di lecci e castagni che danno spazio a piccoli e pittoreschi ruscelli dove si abbeverano cinghiali, martore, volpi e tanti altri animali che abitano il bosco. Presso il bosco di Selene di trova poi un parco archeologico che custodisce due Domus de Janas e un villaggio nuragico parzialmente riportato alla luce. Non meno interessante e dispensatrice di piacevoli sorprese sarà una passeggiata all’interno del centro storico di Lanusei dove trovano posto la bella cattedrale di Santa Maria Maddalena, impreziosita da affreschi raffiguranti scene tratte dalla vita di Cristo e della Maddalena, e la casa natale di Goffredo Mameli, storico patriota e compositore dell’inno nazionale italiano.

© 2014, Etineris. All rights reserved.

Ti piace questo articolo? Condividilo:
Pubblicato in Viaggi e vacanze | Commenti disabilitati su Hotel a Lanusei

Hotel a Arbus

Una volta decisa la data delle prossime vacanze sarà bene prenotare presso uno degli accoglienti hotel a Arbus, per scoprire questo piccolo centro sardo situato nel Medio Campidano, inserito tra le alture del Monte Arcuentu e posto lungo la vallata del valico del Genna ‘e Frongia.

La laveria Brassey, archeologia mineraria vicino agli hotel a Arbus

La laveria Brassey, archeologia mineraria vicino agli hotel a Arbus

Protetta da una profumata pineta tipicamente mediterranea (detta Sa Conca ‘e S’Ollastu) e dotata di comodi hotel a Arbus, la cittadina possiede nel suo territorio numerosi siti minerari non più in uso, sui quali in passato si basava l’economia locale, come Montevecchio, Ingurtosu e Gennamari. La costa della località, dove sono presenti attrezzati hotel a Arbus, ha un’estensione di quasi cinquanta chilometri comprendenti a sud Capo Pecora, a nord Capo Frasca e includenti altresì la Costa Verde, stretta tra Piscinas e Funtanazza. Nota per il ritrovamento nella località S’Omu e s’Orku di due scheletri (battezzati coi nomi di Amanda e Beniamino) risalenti al neolitico, e dello scheletro di un altro uomo (al quale è stato assegnato il nome Amsicora) nella zona Su Pistoccu della Costa Verde, che si è scoperto visse ancora prima, circa diecimila anni fa, Arbus possiede panoramici hotel a Arbus, oltre che magnifiche spiagge tra le quali Funtanazza, caratterizzata da un lido non molto ampio e un mare limpido dai fondali profondi, Piscinas, che vanta un sistema dunale molto elevato cinto da una vegetazione rigogliosa, e Scivu, anch’essa dotata di elevate dune e sabbie dai colori tenui. Da non perdere, inoltre un tour alle spiagge di Costa Verde, dove fanno bella mostra di sé piante di ginepro e lentisco, cornice di un mare dai colori smeraldini, come quello che caratterizza le due spiagge contigue di Pistis e Torre dei Corsari, impreziosite da dune di sabba dorata. Tornando in paese si consiglia una visita alla chiesa della Beata Vergine d’Itria, del 1600, la centrale e semplice chiesa di San Sebastiano Martire, dallo stile particolare frutto di anni di restauri effettuati in epoche diverse, il Montegranatico, del XVII secolo, e il Museo del Coltello, che ospita il tipico coltello locale detto arburesa. Esso espone un coltello a serramanico da Guinness dei Primati, il più pesante del mondo, costruito dalle abili mani dell’artigiano Paolo Pusceddu.

© 2014, Etineris. All rights reserved.

Ti piace questo articolo? Condividilo:
Pubblicato in Viaggi e vacanze | Commenti disabilitati su Hotel a Arbus

Hotel a Fordongianus

Per una vacanza rilassante nel cuore della Sardegna si consiglia di prenotare uno dei confortevoli hotel a Fordongianus, piccolo centro dell’oristanese situato nell’area del Barigadu (nota per i querceti e i sughereti), protetto dal Monte Grighine e accoccolato lungo la sponda sinistra del fiume Tirso che gli regala una flora unica e una fauna densa di specie rare, come le lepri e i cervi sardi.

hotel a Fordongianus, il centro e la casa aragonese

hotel a Fordongianus, il centro e la casa aragonese, foto di OrsOrazio, fonte Wikimedia

Assai conosciuto per la presenza di comodi hotel a Fordongianus e per le sorgenti termali che risalgono al I secolo d.C., erette sull’antica Forum Traiani, Fordongianus possiede un caratteristico centro storico nel quale spiccano deliziose case in trachite rossa (estratta dalle cave del territorio che le possiede altresì di colore verde e grigio). Le antiche Terme Romane (le Aquae Ypsitanae), nei pressi delle quali sorgono comodi hotel a Fordongianus, sfruttano le sorgenti naturali di acqua calda terapeutica (definita cloruro sodica e termoattiva) con temperature che vanno dai 40 ai 54 gradi, le quali sgorgano tutto l’anno dalla vicina Caddas, che donano benefici a livello immunologico. Oggi il sito è costituito da una grossa piscina di forma rettangolare, i resti del calidarium, del frigidarium e del tiepidarium, e i frammenti della pavimentazione a mosaico. Sono poi presenti due statue del dio legato al culto salutifero, Bes. Chi volesse approfittare delle proprietà delle acque termali potrà usufruire degli attrezzati hotel a Fordongianus e delle sue strutture termali specializzate nei bagni, inalazioni, trattamenti idropinici, fanghi, massoterapia e idroterapia. Nei pressi delle antiche Terme e degli hotel a Fordongianus meritano una attenta visita Casteddu Ecciu, con i resti del castello e del nuraghe, le Domus de Janas di Domigheddas (all’interno delle quali pareti vi è un piccolo ruscello con annessa sorgente) e di Gularis, dalla particolare conformazione. Accanto alle Domus domina la vista il nuraghe Putzola. Degne di nota sono poi la chiesa campestre di San Lussorio, del 1100, con le vicine muristenes, ovvero recinzioni sacre di età nuragica che oggi accolgono i fedeli in preghiera, la chiesa parrocchiale del 1500 dedicata a San Pietro Apostolo, costruita con la trachite rossa, e Casa Madeddu, pregevole villa aragonese edificata alla fine del 1500, con splendide decorazioni e finestre ad arco inflesso.

© 2014, Etineris. All rights reserved.

Ti piace questo articolo? Condividilo:
Pubblicato in Viaggi e vacanze | Commenti disabilitati su Hotel a Fordongianus

Hotel a Barumini

Per una vacanza nel cuore della Sardegna un buon inizio è prenotare un alloggio presso uno degli accoglienti hotel a Barumini, affascinante località situata in un tratto pianeggiante tra le colline della Marmilla.

hotel a Barumini, panorma del nuraghe e delle campagne

hotel a Barumini, panorma all’interno del Nuraghe

La cittadina posta alle falde del fiume Mannu si trova a breve distanza dalla Giara di Gesturi, famosa per i suoi cavallini selvatici, e una volta scelto l’hotel a Barumini più adatto alle proprie esigenze sarà possibile esplorare questo lembo di territorio che vanta la presenza del villaggio nuragico più grande rinvenuto ai giorni nostri nell’isola, Su Nuraxi, il quale è stato nominato Patrimonio dell’Umanità Unesco. Risalente all’età del bronzo, la scoperta del sito è emersa dagli scavi effettuati negli anni ’50 da Giovanni Lilliu, durante i quali è stato rinvenuto un nuraghe quadrilobato e un annesso villaggio di capanne. Un altro tour da non perdere nel corso di una visita nel centro dotato di comodi hotel a Barumini è quello a Casa Zapata, dimora che spicca da un’alta collina, di gusto gotico oltre che rinascimentale, abitata anticamente dai baroni sardo aragonesi che la fecero costruire sopra l’area nuragica di Nuraxi ‘e Cresia (scoperta anche questa da Lilliu). Il palazzo nobiliare è incorniciato da un delizioso giardino, un grosso cortile, ed è divenuto il Polo Museale Casa Zapata, diviso nelle aree archeologica, etnografica e storica. A Barumini inoltre sono presenti, oltre che attrezzati hotel a Barumini, anche il Centro di Comunicazione e Promozione del Patrimonio Culturale dedicato a Giovanni Lilliu , che ospita molte mostre permanenti quali la Mostra Fotografica degli scavi dell’area di Su Nuraxi, la riproduzione ideale dello stesso (realizzata da Argiolu), il Laboratorio di Ceramica Artistica, dove osservare gli artigiani mentre realizzano i propri lavori, e la mostra mercato Artigianarte, la gotica parrocchia della Beata Vergine Immacolata, la chiesa di San Giovanni del XIII secolo e la chiesa di San Nicol, che protegge Barumini dall’alto. Degne di nota sono poi la piccola chiesa campestre di Santa Lucia e la chiesa di San Francesco. A poca distanza dalla cittadina, come segnalato prima, vi è la Giara di Gesturi, un’altra perla della zona. In questa riserva naturale, infatti, oltre che ammirare una flora incontaminata e assai variegata, sarà possibile osservare i famosi cavallini selvatici della Giara che pascolano allo stato brado e abitano la riserva insieme a cinghiali, beccacce, lepri e anatre.

© 2014, Etineris. All rights reserved.

Ti piace questo articolo? Condividilo:
Pubblicato in Viaggi e vacanze | Commenti disabilitati su Hotel a Barumini

Hotel a Abbasanta

Un viaggio nel cuore della Sardegna, percorrendo la Strada Statale 131 che collega l’isola per tutta la sua lunghezza, vi porterà vicino agli hotel a Abbasanta, in una località già conosciuta agli assidui viaggiatori per la presenza di una stazione ferroviaria, di comodi hotel ad Abbasanta e di una delle stazioni di servizio più grandi e fornite della principale arteria stradale sarda.

hotel a Abbasanta vicino al Nuraghe Losa

visita al Nuraghe Losa durante il soggiorno in un hotel a Abbasanta

Esteso su un altipiano di origine basaltica a circa trecento metri di altitudine, il nucleo abitato, con i suoi hotel a Abbasanta, si trova ad una trentina di chilometri a nord di Oristano, in una posizione comoda e centrale per visitare l’interno dell’isola. Chi decide di fermarsi presso gli hotel a Abbasanta non potrà fare a meno di apprezzare la bellezza del suo territorio, ricco di boschi di querce, roverelle e sughereti, sorgenti naturali e testimonianze archeologiche. Una passeggiata all’aria aperta, ideale per chi ama le piccole escursioni, porterà alla scoperta della piccola chiesa campestre di Sant’Agostino, distante dal centro abitato di Abbasanta 8 chilometri (a questo Santo è dedicata una festa che si svolge in questa località a fine agosto). Nei pressi della chiesetta si trovano le “muristenes”, ovvero delle piccole case utilizzate dai fedeli durante il periodo della festa, un vicino parco omonimo di interesse naturalistico e alcuni punti ristoro. Gli appassionati di storia e archeologia troveranno piuttosto affascinante una visita al complesso del Nuraghe Losa che possiede una delle torri nuragiche più belle e maestose rinvenute sull’isola (si tratta di un nuraghe a tholos a pianta trilobata costruito con grossi blocchi di basalto). Il nuraghe è aparto tutto l’anno alle visite e non lontano da esso e dagli hotel a Abbasanta si trovano altri nuraghi minori, tombe dei giganti, menhir e perfino pozzi sacri. Una passeggiata nel centro storico di Abbasanta permetterà invece di ammirare la chiesa parrocchiale di Santa Caterina, in stile rinascimentale, e la vicina casa aragonese che oggi ospita il Museo Etnografico Comunale.

© 2014, Etineris. All rights reserved.

Ti piace questo articolo? Condividilo:
Pubblicato in Viaggi e vacanze | Commenti disabilitati su Hotel a Abbasanta

Hotel a Nuoro

Gli hotel a Nuoro si trovano qui, sparsi per il capoluogo barbaricino che dai suoi 550 metri di altitudine si estende ai piedi del monde Ortobene, un luogo di ganze interesse naturalistico e paesaggistico situato a pochi passi dal centro abitato. Patria di letterati, scrittori e artisti, la città con i suoi hotel a Nuoro è un luogo ricco di saperi, cultura, tradizioni e soprattutto anima, quell’essere profondo che si può scoprire poco per volta, vivendo nuoro.

Piazza Satta vicino agli hotel a Nuoro

Piazza Satta vicino agli hotel a Nuoro, foto di Daniel Ventura. fonte: Wikimedia

È così che si scopre Nuoro, quella vera, una piccola grande città, diversa dagli altri capoluoghi dell’isola. Fermarsi qualche giorno in un hotel a Nuoro consentirà di apprezzarne la sua personalità e di conoscerne più a fondo il suo carattere. Chi immagina un soggiorno all’insegna della cultura e dei saperi locali troverà nel proprio hotel a Nuoro la base ideale per la propria vacanza. La città, infatti, avendo dato i natali alla celebre scrittrice sarda Grazia Deledda (nobel per la letteratura nel 1926), ospita all’interno del suo territorio provinciale un Parco Letterario dedicato alla scrittrice, mentre all’interno del centro storico cittadino (in via Deledda n.28) si trova il Museo Deleddiano che custodisce cimeli, ricordi e documenti che narrano la giovinezza, la vita e le opere della grande scrittrice isolana che oggi riposa all’interno di una piccola cappella della chiesetta della Madonna della Solitudine. Sempre all’interno del centro storico, accanto ad alcuni hotel a Nuoro, si trova la monumentale piazza Satta progettata da Costantino Nivola, un grande scultore e artista italiano, nativo di Orani le cui opere, insieme a quelle di altri artisti isolani, sono documentate presso le sale del MAN, il Museo d’Arte di Nuoro. Tornando alla piazza, si tratta di uno spazio aperto arricchito da elementi scultorie ispirati alla vita di Sebastiano Satta, un grande poeta anch’esso nuorese che visse a cavallo tra l’Ottocento e Novecento e la cui casa natale, affacciata sulla piazza, è aperta al pubblico. Poco distante da qui si trova poi la Cattedrale dedicata a Santa Maria della Neve, di forme neoclassiche. Prima di lasciare la città e il proprio hotel a Nuoro, consigliamo di visitare il museo della vita e delle tradizioni popolari sarde, in via A.Mereu n.56. Al suo interno è possibile intraprendere un viaggio attraverso le subregioni storiche e geografiche dell’isola e approfondendo di volta in volta i beni immateriali e materiali che le contraddistinguono (musica, costumi, feste, oggetti di uso quotidiano, tradizioni e usanze popolari).

© 2014, Etineris. All rights reserved.

Ti piace questo articolo? Condividilo:
Pubblicato in Viaggi e vacanze | Commenti disabilitati su Hotel a Nuoro

Hotel a Sardara

Un hotel a Sardara è la soluzione comoda per chi decide di intraprendere un viaggio itinerante al centro della Sardegna, ma anche per chi, durante il suo viaggio, desidera trascorrere qualche giorno di totale relax e benessere, circondato dalla natura e dalla tranquillità.

hotel a Sardara, il centro storico cittadino

hotel a Sardara, il centro storico cittadino.
Foto del comune di Sardara

Gli hotel a Sardara si trovano nell’entroterra isolano, su un territorio lievemente collinare (tra la pianura del Campidano e i piccoli rilievi della Marmilla) che cela al suo interno antichi villaggi nuragici (tra cui quelli di Villanovaforru e Barumini), rovine archeologiche e segni di un passato ormai remoto ma ancora oggi ben visibile. Se vi trovate lungo la SS 131, l’arteria principale dell’isola che collega Sassari con Cagliari, fermatevi in uno degli eleganti hotel a Sardara, il paese si trova a poche centinaia di metri dalla strada statale, precisamente a metà strada tra Cagliari e Oristano, risultando così particolarmente pratico per chi attraversa l’isola con i mezzi propri. Nella cittadina, oltre a trovare affascinanti hotel a Sardara, è possibile ammirare un grazioso centro storico, caratteristico e ordinato, all’interno del quale sorge l’antica chiesa di Sant’Anastasia, in origine risalente al periodo bizantino e ricostruita poi nel XV secolo. Al suo interno è custodita una fonte battesimale del ‘500 e un bellissimo crocifisso del ‘600. Accanto alla chiesa si sorgeva un tempo un villaggio nuragico di cui rimangono solo i resti di poche capanne (il villaggio era sicuramente di grande dimensioni ma i suoi resti giacciono ancora sotto l’impianto urbano attuale) ma l’eccezionalità del sito è data da uno dei più bei pozzi sacri di tutta rinvenuti in tutta la Sardegna. Si tratta di un tempio a pozzo del 1200 a.C. costruito in blocchi di basalto e utilizzato in epoca nuragica per il culto delle acque. Durante il soggiorno nel vostro hotel a Sardara potrete inoltre visitare la chiesa campestre di Santa Maria de is Acquas, nella vicina località immersa in un bosco di eucaliptus e nota per la presenza di sorgenti termali sfruttate a scopo terapeutico ed estetico dai vicini stabilimenti termali.

© 2014, Etineris. All rights reserved.

Ti piace questo articolo? Condividilo:
Pubblicato in Viaggi e vacanze | Commenti disabilitati su Hotel a Sardara

Hotel a Posada

Per una visita nella zona sarda della Baronia l’ideale è prenotare in anticipo presso uno dei panoramici hotel a Posada, per visitare la cittadina del nuorese abbarbicata su una collina di materiale calcareo alta 95 metri che domina il territorio dall’alto dell’antico Castello della Fava.

hotel a Posada

hotel a Posada

Originatasi in età assai remota (intorno al V secolo a.C.) e dotata di moderni hotel a Posada, la località possiede verdi e fertili vallate grazie alla fertile azione della foce del Rio Posada ed è possibile ammirare una flora ed una fauna incontaminate, come quelle presenti lungo l’area dello stagno Longo (o Pauli Bamba), riserva regionale dove il cavaliere d’Italia, i fenicotteri rosa e il pollo sultano sono solo alcune di queste specie, che possono godere della frescura della pineta circostante. La bellezza della meta, dove sono presenti comodi hotel a Posada, si esterna anche grazie alle sue spiagge, a partire da quella di San Giovanni, dalle basse dune, dove spicca la suggestiva torre saracena della seconda metà del 1500 dotata di una caratteristica volta a cupola, per poi proseguire con Orvili, una spiaggia grigia circondata da una rigogliosa ed estesa pineta, la spiaggia di Su Tiriarzu, cinque chilometri di litorale protetto da macchia mediterranea incontaminata, e la spiaggia di Sos Iscraios, preceduta dal piccolo stagno omonimo. Altri bei lidi vicini, distanti solo pochi chilometri dal proprio hotel a Posada, sono quelli di Siniscola e, in particolare, La Caletta, dalle sabbie chiare e un mare dai bassi fondali, seguita dal piccolo villaggio di pescatori chiamato Santa Lucia, e la spiaggia di Capo Comino, dalle elevate dune e un mare limpidissimo. Tra i maggiori monumenti che si offrono alla vista vi sono il Castello della Fava (o Casteddu de sa Fae), del XII secolo, con il torrione di forma quadrata, la chiesa di Sant’Antonio Abate del 1300, dedicata al patrono di Posada, il vicino santuario di Santu Miali (ovvero San Michele), protettore dei pastori, e il nuraghe quadrilobato San Pietro.

© 2014, Etineris. All rights reserved.

Ti piace questo articolo? Condividilo:
Pubblicato in Viaggi e vacanze | Commenti disabilitati su Hotel a Posada